venerdì 30 novembre 2018

Aspettando Natale insieme: Two 4 Christmas #StayTuned

Anche quest'anno siamo arrivati a dicembre!
E dicembre significa Natale. Sì certo, ma ci sono ben 24 giorni di dicembre che precedono il Natale..
E cosa accomuna questi 24 giorni? Sicuramente la ricerca dei regali, le canzoncine natalizie, i preparativi per il menù delle feste e l'attesa delle tanto desiderate vacanze.. Ma c'è anche un'altra cosa, molto bella, che accomuna questi giorni..
L'avete indovinata?
E se vi dicessi che sto pensando ad una finestrella da aprire ogni giorno?
Già, è proprio il calendario dell'avvento!

Il calendario dell'avvento per eccellenza per me è fatto di cioccolatini. D'altronde io sono golosa, e questo ormai è risaputo. Però non vi sto parlando di 24 finestrelle con un cioccolatino, bensì di un altro genere di calendario dell'avvento.
Anche quest'anno infatti, io ed Elena, autrice del blog Il tè delle nove abbiamo pensato ad una bella iniziativa per aspettare il Natale insieme.
Anche quest'anno abbiamo scelto di chiamare questo calendario

Two 4 Christmas


Two 4 Christmas perché siamo in 2 per il Natale, ovvero in 2 ad attendere il Natale insieme. 
E poi Two 4 lo possiamo vedere anche come un 24, cioè proprio i giorni che ci separano da quel giorno così magico. 



Ma in cosa consiste questo calendario?
Beh non voglio rovinarvi la sopresa.. D'altronde dicembre inizia domani.. no?
Vi posso solo dare alcuni indizi!

Vi posso dire che nei prossimi 24 giorni io ed Elena vi parleremo di tanti prodotti nuovi, sperando di farvi fare tante piacevoli scoperte e, perché no, anche di darvi qualche idea regalo carina!
Ovviamente ci sarà un filo conduttore di tutte queste 24 "caselline" da aprire insieme, ma quello lo scoprirete domani al primo appuntamento con Two 4 Christmas. 

Solo una precisazione!
Queste 24 caselline le apriremo soltanto su Instagramcosì potrà essere alla portata di tutti in modo super easy ogni giorno! Non vi resta quindi che seguirci su Instagram per non perdervi neanche una casellina. Ecco i link ai nostri account: 

- La vita in lilla: https://www.instagram.com/lavitainlilla/?hl=it
- Il tè delle nove: https://www.instagram.com/iltedellenove/?hl=it

Ecco, ora non avete più scuse per non seguirci!
Perciò non mi resta che dirvi.. A DOMANI!

domenica 11 novembre 2018

"Auto che passione! Interazione fra grafica e design" in mostra @ Chiasso

Oggi per una volta ci allontaniamo dai temi beauty, viaggi e Lovely Places che siamo soliti trattare su questo blog, perché vi voglio parlare di un'altra cosa bella. Si tratta di una mostra


Sì perché io in triennale ho studiato "Economia e Gestione dei Beni Culturali e dello Spettacolo" e per quanto poi il mio percorso universitario e lavorativo mi abbia portato ad allontanarmi dal mondo dell'arte e dei beni culturali, una promessa che avevo fatto a me stessa qualche anno fa era quella di non perdere mai quella passione per l'arte, per la storia e per la cultura in generale che mi aveva indotto a fare quella scelta nel lontano 2012. 
E così durante questi quattro giorni di ponte (ma a proposito, che figata è stata questo ponte di 4 giorni?!?), ne ho approfittato per andare a vedere una mostra. E per fare ciò ho addirittura varcato i confini nazionali. Ebbene sì, sono giunta nella vicina Svizzera, a Chiasso per la precisione (cioè praticamente sulla frontiera con l'Italia, tanto che il telefono prendeva ancora Wind!). 

D'altronde poi in questo blog c'è anche una sezione "Art&Travel", no? 
Usiamola! 
E non solo per i viaggi.

La mostra di cui vi voglio parlare oggi però ha un tema un po' particolare e soprattutto trasversale. Non parliamo di arte in senso stretto. Non ci sono quadri dipinti ad olio con Santi e Madonne e neanche statue marmoree con muscoli scolpiti. Il protagonista di questa mostra è il design applicato al mondo delle automobili
Ok immagino che detta così possa sembrare una cosa destinata agli uomini appassionati di motori. Ed invece vi posso assicurare che se amate i manifesti pubblicitari, i colori e la storia questa mostra piacerà anche a voi donne. 

Proviamo a ripercorrerla con qualche racconto e qualche immagine, così vediamo se riesco a farvi venire voglia di andare a vederla! La mostra si divide in tre sezioni. 

L'esordio del manifesto per l'automobile 
In questa prima sezione vediamo la nascita del manifesto per l'automobile proprio quando nasce questo nuovo mezzo di trasporto e si trasforma dalla struttura a scheletro fino al modello di carrozza metallica. In questa epoca il mito dell'automobile è certamente associato alla mascolinità. Negli anni dieci del Novecento l'automobile assume un nuova forma "aerodinamica" e la velocità diventa subito più elevata e con essa il piacere di guidare un'autovettura viene condiviso da uomini aggiornati alla tecnologia del tempo e amanti anche del pericolo. 

giovedì 1 novembre 2018

La mia wishlist per questo autunno/inverno 2018/19

E' stato un autunno molto caldo, ma ormai il freddo è arrivato. Dopo giorni e giorni di pioggia incessante, le temperature si sono definitivamente abbassate ed ora abbiamo davanti solo tanti mesi di grigio e freddo. 
Si capisce che preferisco di gran lunga l'arrivo della primavera?

Con l'arrivo però di una nuova stagione, arriva sempre, almeno per me, anche tanta voglia di fare shopping per rinnovare l'armadio e acquistare tutte quelle cose che belle che ogni brand propone con le nuove collezioni. 

E così in questo inizio di autunno/inverno, oggi voglio condividere con voi la mia wishlist per i prossimi mesi. Ed ovviamente non vedo l'ora di sapere anche cosa c'è nelle vostre wishlist (perché sono sicura che ne avete stilata almeno una anche voi!). 

Pronte? 
Mi sembra di aver sentito un "SIIII!"
Bene, allora partiamo! 

Partiamo da un accessorio allora, uno di quelli che indosso ogni giorno, almeno quando vado al lavoro. Sto parlando dell'orologio. Nonostante esistano i cellulari ormai, io non posso fare a meno dell'orologio, anche perché trovo che sia un accessorio elegante oltre che utile. Da un anno ormai uso un orologio del marchio Cluse, regalo di laurea di mia sorella. Sicuramente avrete visto questo marchio su instagram, perché fa un sacco di pubblicità da diversi mesi ormai. Per questo autunno Cluse ci propone una nuova selezione di modelli dove i protagonisti sono i colori caldi


Ed io mi sono innamorata del nuovo cinturino in pelle rossa con questa stampa a lucertola. E la cosa carina di Cluse è che i cinturini sono interscambiabili, quindi anche acquistando un solo orologio completo, poi potete cambiare look sostituendo solo il cinturino. Ed è proprio quello che penso di fare io.. Cosa ne ve pare di questo cinturino rosso? 

Passiamo oltre e continuiamo a parlare di accessori, ma questa volta mi sposto verso qualcosa di amato da qualsiasi donna, ovvero le scarpe
Inizio dicendo che per questo autunno/inverno mi sono imposta una cosa: prima di qualsiasi altro paio di scarpe, ne devo acquistare un paio con un tacco comodo da tutti i giorni, per abituarmi ad usare i tacchi anche quando vado al lavoro partendo ovviamente da un modello comodo! Non ho in mente però un modello preciso ed infatti al momento non ho ancora trovato quello che cerco, ma continuerò la mia ricerca. Nel frattempo però un paio di scarpe che è nella mia wishlist sono delle scarpe che di tacco non ne hanno proprio e che non tutti amano.. ovvero le ballerine. A me personalmente piacciono! Nello specifico faccio riferimento alle ballerine di Mia Moltrasio, un brand tutto italiano fondato da due donne e sorelle sul lago di Como. Le ballerine di Mia Moltrasio sono speciali perché sono fatte a mano e sono fatte e finite in Italia. Il modello che vorrei per questo autunno nello specifico è: 


Cosa ve ne pare? 
Sono ballerine in velluto bordeaux con la parte sul tallone in glitter. Io le trovo molto eleganti e raffinate, oltre che perfette per l'inverno sia per il colore caldo sia per il materiale. Ok certo, non sono scarpe che tengano caldo, ma per qualsiasi occasione che non preveda lunghi tempi all'aperto penso che siano perfette. 
Purtroppo non sono un accessorio economico.. Parliamo di 180€. Capisco ed apprezzo che siano realizzate a mano in Italia, ma per il momento per me rimane un prezzo un po' troppo alto per un paio di ballerine. Teniamole in wishlist.. magari in futuro, chissà.. 

Proseguendo con i trend di questo autunno, non si può certo non citare il trend dell'animalier. Nelle collezioni di ogni brand c'è qualcosa di animalier. Più o meno aggressivo, più o meno appariscente, ma qualcosa c'è sempre. Sono stata da Zara di recente e il negozio era pieno di capi con fantasie animalier. A me questa tendenza piace, ma fino ad un certo punto. Diciamo che è una fantasia che mi piace sugli accessori, magari da abbinare ad un look total black per esempio. Ci sono varie cose carine viste online.. Mi piacerebbe per esempio un paio di ballerine animalier oppure una borsetta piccola. Per le ballerine, non ne ho ancora trovate un paio che mi piacciano.. Avete suggerimenti? 
Per la borsa invece ho qualche spunto che viene, stranamente, da Instagram! Il negozio in questione è L'angolo delle Meraviglie un negozio di Varese che vende anche online ed ha una collezione di gioielli e accessori molto carina a prezzi accessibili. Le borse che sto puntando io sono queste: 

Sono entrambe borse in vera pelle che trovo molto carine, qual è la vostra preferita? 
Avete altri suggerimenti di accessori animalier da propormi per questo inverno? 

Proseguiamo con un altro "accessorio" amato da molte donne, anzi in questo caso direi anche da molti uomini: il profumo. Io di profumi ne ho tanti, ma sono quasi tutti profumi low cost. Il profumo che ho nella mia wishlist invece è un "vero" profumo di profumeria. Me l'hanno fatto provare da Sephora qualche settimana fa vendendomelo come una novità ma poi ho scoperto non essere affatto un prodotto nuovo. Ma chissene, l'importante è che sia buono! Si tratta della fragranza Twilly di Hermès. 


Già la confezione con questo tappo a bombetta è super carina! Provo a descrivervi questa fragranza attraverso le sue note:

Il profumo delle ragazze di Hermès, 
l'impertinenza di uno zenzero impetuoso 
intessuto con una tuberosa conturbante. 
Un'eau de parfum floreale, speziata e orientale. 

"E' pensando alle giovani donne, guardandole vivere, che ho creato Twilly d'Hermès. 
Libere, audaci, connesse, vivaci e imprevedibili, contraddicono ogni aspettativa, 
fanno di testa loro, impongono il loro ritmo, inventandone una cadenza inedita" 
Christine Nagel 

Zenzero, tuberosa e sandalo, mixati in modo del tutto nuovo, 
si trasformano in grinta impetuosa, conturbante attrazione, passionalità da scoprire.

Questa fragranza si trasforma proprio sul vostro corpo con il passare del tempo. Appena spruzzato sento un sacco lo zenzero fresco e pungente. Con il passare del tempo invece emergono le note più calde e dolci del sandalo e della vaniglia. Proprio per questo suo tono finale più caldo ed avvolgente lo trovo un profumo perfetto per l'inverno. 
Ed il tocco finale? 

Un nastro di seta annodato a mano cinge con malizia ogni flacone, ultimo tocco di fantasia. 
Ogni nastro di seta è unico

Vi ho convinto ad andare a provarlo? 
Se siete spaventate dal prezzo, non preoccupatevi. Pensavo costasse molto di più ed invece parliamo di 55€ per il formato da 30 ml. 

E voi avete un profumo preferito per l'inverno? 

Terminiamo con un'ultima categoria di accessori amati da ogni donna. Abbiamo parlato di scarpe, borse e profumi. Cosa può mancare? Un gioiello ovviamente! 
Sta esplodendo sempre di più la moda degli orecchini piccoli a cerchio con un ciondolo, i cosiddetti hoops ed io ammetto di non averne ancora comprato neanche un paio, ma devo assolutamente rimediare. Trovo infatti che siano un modello semplice ma carino e quindi ottimo anche da portare tutti i giorni al lavoro o nel tempo libero. Avete qualche marchio da suggerirmi per trovarne di carini a prezzi accessibili? 
Oggi però non vi propongo questi orecchini, perché nella mia wishlist c'è un altro genere di gioiello. Sto parlando di un anello, ebbene sì. Ultimamente sono andata in fissa con gli anelli con le pietre, di qualsiasi colore. Ho infatti appena fatto un acquisto sul sito di Luli Art Bijoux acquistando il suo anello gemma con uno Swarovski color turchese (vi lascio qui il link per scoprire questi gioielli super carini: https://luliartbijoux.com/). 
Un altro brand italiano di gioielli scoperto su Instagram è Sepi Gioielli fondato da Piero e Serena che nel 2015 hanno deciso di seguire la loro passione trasformando l'oreficeria in un lavoro a tempo pieno. La loro casa in Toscana è anche il laboratorio in cui tutti i loro gioielli prendono forma. Tra i gioielli che creano ci sono anche degli anelli solitario proposti in diverse versioni di dimensione. Quello più economico è quello con la pietra da 5 mm. La pietra è a scelta. Eccoli: 


Sono bellissimi singoli, ma anche così abbinati che fighi sono?!? 
Si tratta di anelli in argento 925 e sono tutti pezzi unici: ogni anello viene realizzato appositamente per chi lo acquista dopo aver fatto l'ordine online e giunge a casa circa un mese dopo l'acquisto. Le pietre disponibili sono: ametista, granato, rodolite, peridoto, spinello nero, topazio blu Londra, topazio celeste, topazio mistico. 
Quando fate l'acquisto scegliete sia la dimensione dell'anello sia la pietra. 
E pensate che poi l'anello che riceverete è realizzato apposta per voi.. Non trovate ciò super figo?


Il prezzo? 105€.
Per un gioiello fatto a mano su commissione con pietre preziose, non direi che è tanto.
Anzi, la trovo anche una fantastica idea regalo!
Quale pietra scegliereste voi?

Ed ecco la mia wishlist per questo autunno/inverno.. Quanti di questi pezzi acquisterò davvero?
Lo scopriremo solo tra qualche mese!

Quali pezzi avete nella vostra wishlist per questa stagione?
Condividete con noi le vostre wishlist!

Un abbraccio,



sabato 27 ottobre 2018

Weekend di relax @ Antico Benessere e gita a Bergamo

Questo post avrà come protagonista un posto che rientra di diritto nella categoria dei Lovely Places
Ma iniziamo a raccontare questa storia dal principio.  
Tutto ha inizio poco più di un mese fa, quando ho iniziato a cercare una location carina per trascorrere un weekend all'insegna del relax non troppo lontano da casa. 
Non avendo nessuna idea, che cosa potevo fare se non digitare "Weekend relax fuori Milano" su Google? Il terzo risultato comparso era un articolo dal titolo "Agriturismi con spa a meno di un'ora da Milano". 
Agriturismo = cibo buono
Spa = relax
Agriturismo + spa = la combo che stavo cercando! 

La prima location proposta in questo articolo era proprio Antico Benessere Agriturismo & Beauty Farm, descritta come "antica cascina dell'800" e poi ancora bellissima beauty farm racchiusa tra le mura della cascina, luogo ideale per ritrovare la pace dei sensi. 
Sono corsa subito sul sito di questo agriturismo e ciò che mi ha convinto a prenotare è stata la possibilità di acquistare un pacchetto completo, perfetto per un weekend. 
Il pacchetto che ho scelto io si chiama Antico Benessere Experience New e comprende: 
  • Soggiorno in una camera doppia 
  • Prima colazione 
  • Percorso benessere di 2 ore
  • Seduta al fieno 15 min
  • Cena con menù degustazione da 4 portate 
Girovagando però un po' sul loro sito ho scoperto che nella beauty farm offrono anche vari trattamenti, tra cui alcuni massaggi. Io non avevo mai fatto un massaggio in vita mia ed era una cosa che desideravo tanto fare. Allora ho provato a chiedere una sostituzione: eliminare dal pacchetto la seduta al fieno ed inserire al suo posto due massaggi rilassanti da 30 min (ovviamente pagando la differenza). Sono stati così carini da concedermi questo cambiamento e così avevo finalmente il pacchetto dei miei sogni! 

Nei giorni prima della partenza poi ho organizzato anche gli altri momenti del weekend. 
Poiché il check in si poteva fare solo dalle 14 in poi, ho cercato una tappa in cui fermarci prima di arrivare all'hotel ed ho scelto il Santuario di Santa Maria della Fonte a Caravaggio. 
Ne avevo già sentito parlare, ma non ci ero mai stata, eppure è un luogo sacro piuttosto rinomato. 
Siamo arrivati al Santuario verso le 11.15 di sabato mattina ed era praticamente deserto. E' situato pochi chilometri fuori dalla città di Caravaggio, pressoché nel nulla direi.. 
Siamo scesi dalla macchina ed abbiamo subito apprezzato il silenzio che ci circondava. 
Entrati in chiesa, abbiamo fatto un giro all'interno. Io ero alla ricerca di libretti/depliant con info sulla storia di questo luogo ma purtroppo non ho trovato nulla.. Peccato! 



sabato 6 ottobre 2018

È arrivato BOOTS a Milano!

Buon sabato care! 
Purtroppo qui il cielo è grigio e le temperature fresche, ma nulla può battere la felicità del weekend. 

Oggi vi voglio raccontare di una bella novità a Milano. Già, perché a Milano ormai di novità ce n'è più di una al giorno. E' veramente una città in continua evoluzione che offre sempre nuove esperienze ed anche nuovi negozi. Qualche settimana fa è finalmente arrivato anche da noi Starbucks (non ci sono ancora andata, ma è decisamente nella mia wishlist!), ad aprile è prevista l'apertura del primo punto vendita UNIQLO e tra queste grandi aperture c'è anche quella di BOOTS

Immagino che tante di voi conoscano questa catena, soprattutto perché all'estero è proprio lì che si può trovare, tra le altre cose, la rinomata Mint Julep Mask di Queen Helene o l'altrettanto famoso Apricot Scrub di St Ives. Io a Londra ci sono stata tante volte e mi sono sempre persa nel loro infinito assortimento di prodotti di skincare, bodycare, make up fino ai farmaci da banco. Sì, anche farmaci, perché Boots è una farmacia, ma bisogna aver ben chiaro che incarna un concetto di farmacia ben diversa da quella che abbiamo noi in Italia. Avete presente la catena EssereBenessere che aveva aperto qualche anno fa in Italia? Ecco, l'idea è quella: negozi enormi, quasi mini-supermercati con un vasto assortimento di marchi di dermocosmetica oltre a marchi più di profumeria e prodotti di skincare, bodycare, haircare. E poi sì, anche i farmaci, che però diventano quasi una parte marginale del business vedendo la quantità di altri prodotti offerti. 
La farmacia così non è più un luogo dove si va per necessità, per l'acquisto di u farmaco prescritto dal medico, ma un luogo dove si può andare a fare un giro, a fare un po' di shopping perché non è poi così diversa da un punto vendita Tigotà o da una profumeria (a parte ovviamente la selezione dei marchi in vendita). E poi ovviamente, si può unire l'utile al dilettevole ed approfittare del giro per fare anche rifornimento di quei medicinali che abbiamo finito da tanto tempo ma ci scordiamo sempre di andare a comprare. 
Non male, no? 

A me come concetto piace molto. 
Certo, non si addice molto ai piccoli paesi dove non c'è lo spazio e neanche la cultura per questi grandi punti vendita; ma per le grandi città come Milano penso che sia davvero una bella novità. 

Ieri allora, dopo il lavoro, ho deciso di fare un giro nel primo punto vendita Boots di Milano. 
Partiamo dalle info utili.

Dove si trova? 
Purtroppo non è in una zona molto centrale, ma per fortuna è facilmente raggiungibile con la metro. 
Si trova in Viale Fulvio Testi 90 a due passi dalla fermata Bicocca della metro lilla (M5). 

Ecco come si presenta: 

Foto presa dal web (quando sono andata io era già buio..)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...